Archivi categoria: ATTIVITA SVOLTE

PROFESSIONE SPETTATORE: Claudio Bertieri

PROFESSIONE SPETTATORE: Claudio Bertieri, una carriera straordinaria

Genova, Biblioteca Universitaria, Sala da ballo, 20 settembre 2022

Martedì 20 settembre 2022, nel giorno di quello che sarebbe stato il suo 97.mo compleanno, la Fondazione Mario Novaro desidera ricordare la figura di Claudio Bertieri, scomparso il 6 dicembre 2021, che della Fondazione è stato per trent’anni attivissimo membro del Consiglio di Amministrazione.

Profondo conoscitore della storia del cinema e del fumetto, cultore eclettico e instancabile di tutto quanto riguarda il mondo dell’immaginario e della comunicazione visiva, nel corso della sua lunga vita Claudio Bertieri ha svolto una intensa attività critica e saggistica per quotidiani, riviste, enciclopedie, enti culturali e istituzionali. Tra i fondatori del Salone del Fumetto di Lucca, ha curato un numero infinito di volumi, diretto festival internazionali, ordinato mostre personali, antologiche e tematiche, spaziando dal cinema ai comics, al teatro, all’arte visiva, allo sport. Più volte membro di giurie nazionali e internazionali, ha realizzato volumi di prestigio per la grande industria, tenuto corsi universitari sull’immagine, ideato e diretto programmi televisivi per la Rai. In riconoscimento della sua poliedrica attività e del suo valore di studioso, nel 2002 ha ricevuto dall’Università degli Studi di Genova la laurea honoris causa in Scienze della Formazione.

Per la Fondazione Mario Novaro, in particolare, Bertieri è stato per tre decenni fondamentale punto di riferimento culturale e inesauribile fonte di documentazione storica, non solo attraverso il suo ordinatissimo archivio ma anche grazie alla sua formidabile memoria e al suo pensiero autonomo e anticonvenzionale. Non ha mai smesso di lavorare, leggere, collaborare con amici, colleghi e istituzioni, sempre pronto a consigliare, guidare, aggiungere informazioni e punti di vista utili alla comprensione delle realtà culturali contemporanee, con generosità, intelligenza e originalità.

Per ricordarlo, si riuniranno in questa occasione diversi uomini di cultura che con lui hanno condiviso negli anni attività espositive e imprese editoriali nei rispettivi settori di intervento. Ripercorrendone la lunga e straordinaria carriera, a partire dal 1947 sino ai suoi ultimi giorni, saranno nell’ordine lo storico del teatro Eugenio Buonaccorsi, i critici e storici del cinema Aldo Viganò e Renato Venturelli, lo storico del lavoro e della cultura d’impresa Ferdinando Fasce, il critico e storico dell’immagine Ferruccio Giromini, il visual designer ed esperto in comunicazione Marco Vimercati, il giornalista ed esperto in comunicazione aziendale e sport Riccardo Grozio. Concluderà un particolare ricordo personale da parte della fotografa Anna Maria Guglielmino.

L’incontro sarà brevemente introdotto dall’architetto Maria Novaro, Presidente della Fondazione Novaro, dal Direttore della Biblioteca Universitaria Paolo Giannone, dall’Assessore del Comune di Genova Francesca Corso e dal Segretario generale della Fondazione Diego Russo.

Grazie a tutti gli interventi, sarà possibile ripercorrere non solamente la vita e l’opera di Claudio Bertieri, ma tre quarti di secolo di cultura dell’immagine e dello spettacolo in Italia.

In apertura dell’incontro verrà proiettato il documentario PROFESSIONE SPETTATORE, prodotto dalla Fondazione Mario Novaro e diretto da Ferruccio Giromini, con la collaborazione di tutti gli amici ed esperti sunnominati.

Vico Faggi: canzoniere per gli amici pittori

Vico Faggi: canzoniere per gli amici pittori

Mercoledì 8 giugno 2022 alle ore 17, negli spazi del Museo Biblioteca dell’Attore in via del Seminario 10, quarto piano a Genova si inaugura la mostra “Vico Faggi: canzoniere per gli amici pittori”.
L’esposizione, realizzata dalla Fondazione Mario Novaro in collaborazione con il Museo Biblioteca dell’Attore per ricordare i cento anni dalla nascita di Vico Faggi, si propone di mettere a confronto quadri, disegni e poesie nello spirito di un dialogo volto ad offrire al pubblico la possibilità di entrare in relazione con le due arti, verificandone corrispondenze e convergenze.
Vico Faggi nelle sue poesie riesce a dare concretezza all’immagine raffigurata dal pittore e l’intenzione è quella di cogliere ed esplicitare certi aspetti propri dell’opera, sia nella parte strutturale sia nel momento ispiratore. La poesia assume, come tema, espressioni dell’arte figurativa e con essa si misura, cercando di trovare, con le parole, un equivalente delle linee e dei colori per restituire l’intenzionalità estetica e l’emotività del pittore.
L’immagine dipinta agisce sulla sensibilità del poeta che attraverso i versi la ripropone traducendo i colori e le linee in fonemi, sillabe, parole.
L’esposizione vuole quindi evidenziare come la poesia e la pittura siano arti sorelle e rappresentino il bisogno innato e primario dell’uomo di esprimersi attraverso l’arte.
Nell’occasione verrà inoltre presentato il volume “Vico Faggi: Ritratto Multiplo”, Pàtron Editore 2022, che raccoglie le testimonianze della giornata di studi dedicata a Vico Faggi realizzata nel 2020 a dieci anni dalla sua morte.
La mostra resterà aperta fino al 30 giugno 2022 con orario dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,00. Ingresso su prenotazione: tel. 0105576085 – mail segreteria@cmba.itI pittori in mostra sono:

  • Liliana Bastia
  • Mario Chianese
  • Milly Coda
  • Gino Covili
  • Gigi Degli Abbati
  • Walter Di Giusto
  • Mimma Gambetta
  • Giovanni Garozzo
  • Luigi Grande
  • Bruno Liberti
  • Giorgio Morandi
  • Alberto Nobile
  • Sergio Palladini
  • Luigi Maria Rigon
  • Oscar Saccorotti
  • Ugo Sanguineti
  • Raimondo Sirotti
  • Giuseppe Trielli

Visita guidata per La Notte degli Archivi

Visita guidata per La Notte degli Archivi

Venerdì 10 giugno 2022, per La Notte degli Archivi, dalle 18,30 la Fondazione apre le sue porte per una visita guidata all’archivio di Claudio Bertieri: fumetto, cinema, pubblicità e molto altro ancora!
Si prevede di organizzare l’ingresso di piccoli gruppi con entrata ad orari scaglionati. La prenotazione è obbligatoria e deve essere fatta, entro mercoledì 8 giugno, via mail all’indirizzo biblioteca.novaro@fastwebnet.it indicando come oggetto “Prenotazione La Notte degli Archivi”.
La Notte degli Archivi, patrocinata dall’ANAI – Associazione Nazionale Archivistica Italiana, rientra nel programma del Festival Archivissima. L’edizione 2022 sarà dedicata al tema #change.L’iniziativa fa parte del calendario di Archivissima, il Festival degli Archivi 9 — 12 giugno 2022.👉https://www.archivissima.it/2022/

Lettere a “La Riviera ligure” 5: 1914-1915

Lettere a La Riviera ligure 5: 1914-1915


Continua con due dense annate (1914-1915) la pubblicazione delle Lettere a “La Riviera Ligure”, giunta ora al quinto volume.
I due curatori, Stefano Giordanelli e Veronica Pesce, in questo tomo, edito da Edizioni di storia e letteratura, presentano la corrispondenza degli anni 1914-1915 fra i collaboratori del periodico La Riviera Ligure e il direttore della rivista, Mario Novaro.
Questi anni sono cruciali per la rivista: Giovanni Boine dà vita alla sua celebre rubrica di recensioni “Plausi e botte”, si inseriscono nuovi collaboratori (Clemente Rebora, Dino Campana, Filippo De Pisis, Corrado Alvaro), alcune collaborazioni si infittiscono (Camillo Sbarbaro, Piero Jahier, Corrado Govoni) e altri nomi a vario titolo entrano nella corrispondenza con il direttore della “Riviera”.

Delle 424 lettere qui raccolte e interamente trascritte, 368 sono dei collaboratori del periodico, 56 di Mario Novaro. Gli originali dei testi pubblicati sono, per la maggior parte, conservati presso il nostro archivio.

Vico Faggi: ritratto multiplo

Vico Faggi: ritratto multiplo


A dieci anni dalla scomparsa di Vico Faggi, nome d’arte di Alessandro Orengo, la Fondazione, in collaborazione con il Museo Biblioteca dell’Attore, nel 2020, a Genova, ha organizzato un convegno con la finalità di definire il ritratto artistico di un magistrato che ha trasferito la riflessione sull’uomo nelle aule del tribunale alle pagine della sua vasta produzione letteraria. Il volume, curato da Maria Teresa Orengo ed edito da Pàtron, ne raccoglie gli atti.

LO SGUARDO DEL POETA

LO SGUARDO DEL POETA

Genova, Galata Museo del Mare,
Saletta dell’Arte, 9-26 settembre 2021

“È possibile raccontare con una immagine l’emozione di un verso poetico? È quanto abbiamo sperimentato leggendo i versi di Eugenio Montale, cercando di interpretare con le nostre foto il suo sguardo sulla Liguria e sul suo mare.” Queste le parole di Anna Maria Guglielmino, ideatrice del progetto Lo sguardo del poeta, realizzato con il Gruppo Fotografe Unitre Bogliasco che dirige da alcuni anni.
L’ esposizione sarà allestita al I° piano del Galata Museo, nella Saletta dell’Arte, spazio espositivo curato dall’Associazione Promotori Musei del Mare.
Le foto, di grande formato, saranno disposte in ordine cronologico secondo l’anno di pubblicazione delle Raccolte da cui i versi sono tratti.
La Fondazione Mario Novaro, da molti anni impegnata a valorizzare e diffondere la cultura ligure del Novecento, ha realizzato un video che sarà pubblicato sul proprio canale You Tube e proiettato nel corso dell’evento e prima della conferenza del Prof. Francesco De Nicola.

La Notte degli Archivi 2021

LA NOTTE DEGLI ARCHIVI 2021

Nel 2021 la Fondazione Mario Novaro ha partecipato per la prima volta a La Notte degli Archivi. Il tema è stato Generazioni e per l’occasione è stato realizzato il video “I Novaro: storia di una famiglia”, regia di Ugo Nuzzo.

La sera del 4 giugno, in occasione della manifestazione, abbiamo aperto le sale ai visitatori, che sono stati guidati alla scoperta dei membri della famiglia Novaro, a partire dal capostipite Agostino, attraverso la vicenda imprenditoriale ed editoriale di Mario e di Guido, fino alla vicenda culturale dell’attuale presidente della Fondazione, Maria Novaro.

Che bella nevicata! Ora vi racconto

“Che bella nevicata! Ora vi racconto”


Con lo scopo di valorizzare il patrimonio archivistico del fondo “Famiglia Novaro” conservato presso la Fondazione Mario Novaro di Genova, il volume, a cura del prof. Francesco De Nicola, raccoglie una selezione di 119 lettere fra quelle scritte dall’Ufficiale degli Alpini Guido Novaro ai suoi familiari. Nelle lettere di Guido Novaro si trovano sia i racconti della vita militare e degli avvenimenti bellici a cui partecipa, sia la descrizione dei paesaggi montani e gli aneddoti riguardanti i soldati che condividono con lui i giorni di guerra. Non manca l’interessamento di Guido Novaro per quanto accade nella lontana Oneglia e sui familiari e amici che vi abitano.
Ne esce una raccolta di lettere dal fronte del tutto originale, a volte perfino ironica senza però che tra le righe non si scorga la tragicità degli eventi che toccano il momento più drammatico nella morte del fratello Cellino.

NASCE IL GIALLO: ALESSANDRO VARALDO

NASCE IL GIALLO: ALESSANDRO VARALDO

Genova, Foyer Teatro della Corte, venerdì 21 febbraio 2020, ore 17
Sarà Francesco De Nicola ad aprire la rassegna Giallo di Liguria con una conferenza dedicata a Varaldo e alla nascita del giallo. Lo scrittore di Ventimiglia visse per lungo tempo a Genova, scrivendo su diverse testate tra cui “Il Caffaro” e “Il Corriere di Genova”. Prolifico autore di romanzi di intrattenimento, entrò in contatto con Arnoldo Mondadori che, inaugurata con romanzi stranieri tradotti la collana dei Gialli Mondadori, destinata ad imporsi sul mercato e rimanere nella storia dell’editoria, decise di affidare a Varaldo la commissione del numero 21. Nel 1931 uscì Il sette bello, primo giallo scritto da un italiano, dove entrava in azione il primo commissario di polizia della nostra storia letteraria, il commissario Ascanio Bonichi.