Archivi categoria: ATTIVITA SVOLTE

I PERCORSI TEATRALI DI ALESSANDRO FERSEN

I PERCORSI TEATRALI DI ALESSANDRO FERSEN

Genova, Foyer del Teatro della Tosse, dal 10 giugno 1992

L’incontro con Alessandro Fersen, vincitore dell’annuale Premio Mario Novaro “per la cultura ligure”, è stato anticipato dall’inaugurazione di una mostra storica che ha sintetizzato per immagini, nello spazio di ventun grandi pannelli, la sua lunga carriera drammaturgica e registica, non trascurando la sua attività di interprete cinematografico.
La mostra è stata riallestita a Milano nel maggio 2003 in occasione della serata Fersen organizzata dai responsabili del Teatro Franco Parenti.

MATITE DI MARE

MATITE DI MARE

Illustrazioni fumetti cartoon

Imperia, Centro Culturale Polivalente, 15-31 maggio 1992

Con stili e tagli narrativi diversi, una trentina di artisti liguri hanno raccontato -in una mostra ideata dalla Fondazione in collaborazione con la Provincia di Imperia- il loro stretto rapporto con l’elemento acqueo. Fumetti, cartoon, xilografie, poster, illustrazioni e ironici modellini di fantasia si sono accompagnati a documenti, oggetti e strumenti nautici, concessi dal Museo navale locale, onde avvicinare il pubblico giovane e adulto ad una delle componenti essenziali dell’antropologia regionale.

LE “CARTE POVERE” DEL SOCIALISMO: 1892-1992

LE “CARTE POVERE” DEL SOCIALISMO: 1892-1992

Genova, Palazzo Alberti, 22 febbraio-31 marzo 1992

Il centenario del Partito Socialista Italiano, ha suggerito alla Fondazione l’allestimento di una mostra riservata ai numerosi e mutevoli materiali cartacei che hanno segnato le tappe più significative di un particolare momento storico della vita nazionale. Manifesti, fogli volanti, illustrazioni ed altre “carte povere” hanno così animato un viaggio a ritroso nel mondo di una iconografia semplice ed immediata. Per l’occasione è stato ristampato un testo di Mario Novaro, del 1894: “Il Partito Socialista in Germania”.
La mostra è stata riallestita a Roma nel 2004, in occasione dell’apertura dell’Archivio storico iconografico del Socialismo.

GIUSEPPE RENSI

GIUSEPPE RENSI

Nel cinquantenario della morte 1941-1991

Genova, Sala Vecchia del Consiglio di Palazzo Tursi, 6 dicembre
e Accademia Ligustica di Belle Arti, 7 dicembre 1991

Dopo la prima parte delle manifestazioni in onore del filosofo, svoltasi a Lugano, a Genova si sono tenuti due incontri: a quello iniziale hanno partecipato Walter Ghia, Mirella Pasini, Nicola Emery. Nella seconda tornata sono intervenuti Aniello Montano, Daniele Rolando, Luisella Battaglia, Luigi Fenga, Umberto Silva, Dino Cofrancesco, Antonio M. Battegazzore e Franco Contorbia. A conclusione una tavola rotonda, coordinata da Renato Chiarenza, con protagonisti Luciano Malusa, Maria Grazia Pighetti e Stefano Verdino.

I RENSI

I RENSI

Mostra bibliografica

Genova, Palazzo Tursi, 6 dicembre 1991

Affiancata al convegno “Giuseppe Rensi nel cinquantenario della morte” è stata allestita, in collaborazione con la Biblioteca Universitaria di Genova, una mostra di documenti, immagini, testi e materiali diversi attinenti l’opera e la vita familiare del filosofo.
L’esposizione è stata riallestita nel 1997 a Santa Lucia ai Monti, nella sede delle Edizioni Ampersand.

LA LIGURIA DEL ‘900

LA LIGURIA DEL ‘900

Genova, Auditorium Ansaldo, 16 gennaio-20 marzo 1991

I vari aspetti della cultura, dell’arte e dello spettacolo nel ‘900 in Liguria sono stati il tema conduttore di un ciclo di incontri organizzato dalla Fondazione, in collaborazione con l’Associazione “Valore Liguria” e con il patrocinio dell’IRRSAE-Liguria, introdotto da una lezione di Franco Croce dell’Ateneo genovese e del critico letterario Silvio Riolfo.
Volta a valutare le profonde trasformazioni che in questo secolo hanno modificato la struttura sociale, produttiva e culturale della regione, l’iniziativa ha percorso un mutevole itinerario: dalla letteratura alla cultura industriale, dal Simbolismo al florilegio delle riviste locali edite nel ‘900, dal teatro allo sport, dall’immaginario collettivo alla creatività pubblicitaria.

MARIO SOLDATI SUL SET

MARIO SOLDATI SUL SET

Imperia, Cinema Centrale, 20 novembre-4 dicembre 1990

Con la collaborazione della Cineteca Nazionale di Roma la Fondazione ha programmato -nel corso di alcune serate- una retrospettiva dei film realizzati da Mario Soldati tra il 1939 e il 1948. Affiancati da un dépliant critico illustrativo sono sfilati sullo schermo del Centrale: Dora Nelson (1939), Piccolo mondo antico (1941), Malombra (1942), Le miserie del signor Travet (1945), Eugenia Grandet (1947), Fuga in Francia (1948).

MARIO SOLDATI TRA PAGINE E SCHERMI

MARIO SOLDATI TRA PAGINE E SCHERMI

Appunti in fotogrammi parole immagini

Imperia, Atrio del Palazzo della Provincia,
17 novembre-4 dicembre 1990

In concomitanza con l’incontro a più voci sul lavoro intellettuale di Soldati è stata allestita, a cura di Claudio Bertieri, Maria Novaro e Stefano Verdino, una mostra in quaranta pannelli illustrante la sua attività cinematografica, letteraria e televisiva: le corrispondenze giornalistiche (il “taccuino americano” per il quotidiano genovese “Il Lavoro” nei primi anni Trenta), i film, gli omaggi degli amici poeti e scrittori, i libri, i racconti, le traduzioni in diverse lingue delle sue opere, i documentari tv per la RAI.
L’esposizione è stata riallestita in più occasioni: Roma (1990), Torino (1991), Bari (1991), San Salvatore Monferrato (1997), Lerici (2001).

MARIO SOLDATI

MARIO SOLDATI

Un lungo viaggio tra pagine e schermi

Imperia, Sala del Consiglio Provinciale, 17 novembre 1990

Per l’ottantaquattresimo compleanno del regista-scrittore è stata organizzata, in collaborazione con l’Assessorato Beni e Attività culturali e Promozione Turistica della Provincia di Imperia, una giornata di studio allo scopo di rivisitare i diversi itinerari artistici attraverso i quali Mario Soldati ha operato per oltre sessant’anni. Dialogando con l’Autore, Giuseppe Conte, Ernesto G. Laura, Claudio Marabini, Marcello Staglieno, Stefano Verdino hanno tracciato le linee essenziali della sua intensa e poliedrica attività creativa.

UNGARETTI E LA LIGURIA

UNGARETTI E LA LIGURIA

Incontri versi amicizie

Genova, Loggiato di Palazzo Doria Spinola, 1-30 giugno 1990

Ricorrendo il ventennale della morte del Poeta, sotto gli auspici del Comitato nazionale ungarettiano e con la collaborazione della Provincia di Genova, la Fondazione ha ricordato i suoi rapporti con la cultura ligure, organizzando una mostra iconografica e documentaria, in seguito riallestita in altre località. Strutturata in una quindicina di pannelli, a cura di Pino Boero e Maria Novaro, l’esposizione ha affiancato lo svolgimento di un convegno i cui interventi inaugurali sono stati tenuti da Sergio Campailla e Paola Montefoschi.
La mostra è stata riallestita nel 1994 a Pinerolo, nelle sale di Palazzo Vittone.